La fiscalità delle imprese OIC ADOPTER

mountain-4387827_960_720.jpg

Il D.Lgs. 139/2015, in attuazione della Dir. 2013/34/UE, ha innovato le disposizioni del Codice Civile relative alla redazione del bilancio ed alla comunicazione finanziaria, con effetto a far data dal bilancio per l’esercizio 2016.

Ne è conseguito l’adeguamento dei principi contabili nazionali redatti dall’Organismo Italiano di Contabilità (OIC).

Tale novella legislativa ha alterato il quadro normativo generale, spingendo il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, un documento di ricerca – giunto alla quarta edizione – finalizzato a dare indicazione su come calcolare il tax rate dei soggetti OIC adopter.

I principi OIC hanno assunto un ruolo sempre più rilevante. La stessa relazione al D.Lgs. 139/2015 ritiene che gli OIC risultano sempre più “di particolare utilità con riferimento alla prima applicazione delle nuove disposizioni e dei principi in esse contenuti”.

Ciò dal momento che ai principi nazionali occorre “fare riferimento per quanto riguarda la necessaria declinazione pratica, ivi compresa la descrizione delle possibili casistiche, di norme di carattere generale che, per loro intrinseca natura e finalità… recano criteri generali e non una descrizione di dettaglio che, inevitabilmente, non potrebbe essere esaustiva delle diverse fattispecie e dei fatti gestionali a cui sono rivolte”.

Ne consegue che – affermano i Dottori Commercialisti – il ruolo dei principi OIC “non è solo quello di rappresentare tecniche secondarie, ma per legge é previsto che essi forniscano le ricadute pratiche per la corretta applicazione delle disposizioni civilistiche”.

Nel documento, dopo una sintesi delle principali novità in ambito civilistico, sono analizzate le casistiche che possono manifestarsi con maggiore frequenza in sede di passaggio alle nuove disposizioni e che hanno riflessi nella determinazione delle imposte sui redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive.

In particolare, sono trattati i seguenti temi:

  • principio di derivazione rafforzata;
  • eliminazione della sezione straordinaria del conto economico;
  • fatti intervenuti tra la fine dell’esercizio e la data di approvazione del bilancio;
  • obbligazioni convertibili e finanziamenti infruttiferi da parte di soci;
  • azioni proprie;
  • strumenti finanziari derivati;
  • regime fiscale delle commesse e degli interessi passivi;
  • errori contabili;
  • effetti ai fini dell’agevolazione dell’Aiuto alla Crescita Economica (ACE);
  • regime transitorio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...