La Banca d’Italia sulla corporate governance delle società soggette a vigilanza

building-1210022_960_720

La Banca d’Italia ha pubblicato il testo del Regolamento di attuazione degli artt. 4-undecies e 6, comma 1 lett. b) D. Lgs. 58/1998 (TUF).

Il Regolamento è destinato a SGR, SICAV, ICAF e SIM e, limitatamente alla prestazione di servizi e attività di investimento e di servizi accessori, alle banche, agli intermediari finanziari, al Bancoposta ed agli agenti di cambio.

Il Regolamento non solo disciplina gli obblighi degli intermediari che prestano servizi e attività di investimento e di gestione collettiva del risparmio nelle materie attribuite dal TUF alla competenza regolamentare della Banca d’Italia, previo parere/intesa della Consob, ma anche sostituisce, nelle corrispondenti materie, la disciplina contenuta nel regolamento congiunto Banca d’Italia-Consob.

Da un punto di vista della metodologia di redazione normativa del provvedimento, si evidenzia come si sia dato luogo alla tecnica del rinvio normativo (sia internamente tra le previsioni del Regolamento, sia a norme esterne, in particolare a quelle europee direttamente applicabili).

Tale scelta è stata funzionale per assicurare il coordinamento “automatico” delle previsioni del Regolamento con quelle, nazionali o sovranazionali, in esso richiamate (rinvio c.d.  mobile); questa modalità di coordinamento appare opportuna in ragione della frequente evoluzione del quadro normativo di riferimento.

In particolare, il Regolamento disciplina:

  • i principi generali dell’organizzazione, della sana e prudente gestione, nonché del contenimento del rischio e della stabilità patrimoniale dei destinatari del Regolamento;
  • il governo societario, remunerazioni e controlli interni nella prestazione di servizi e attività di investimento;
  • il deposito e sub-deposito di beni dei clienti.

A seguito di un’approfondita consultazione con i players di riferimento, è stata prestata una particolare attenzione al tema delle politiche e prassi di remunerazione e incentivazione dei gestori (SGR, SICAV e SICAF) e ai sistemi interni di whistleblowing per la segnalazione anonima delle violazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...