La responsabilità del liquidatore di società di capitali nei confronti di creditori insoddisfatti

La Suprema Corte, in un giudizio di impugnazione avverso una sentenza della Corte d’Appello di Roma, si è recentemente soffermata sulla portata dell’art. 2495 Cod. Civ. in materia di responsabilità dei liquidatori di società di capitali, “ferma restando l’estinzione della società, dopo la cancellazione i creditori sociali non soddisfatti possono far valere i loro crediti nei confronti dei soci, fino alla concorrenza delle somme da questi riscosse in base al bilancio finale di liquidazione, e nei confronti dei liquidatori, se il mancato pagamento è dipeso da colpa di questi”.

La Cassazione, nella sua funzione nomofilattica, ha in proposito individuato tre principi di diritto:

  • sulla scorta della precedente giurisprudenza (Cass. Civ., 24039/2006) è stato stabilito che la responsabilità del liquidatore “profilata dall’ art. 2495, comma 2, cod.civ. ha natura extracontrattuale”;
  • “il creditore rimasto insoddisfatto che intenda agire nei confronti del liquidatore ha l’onere di provare non solo i presupposti oggettivi della fattispecie (condotta, nesso causale e danno), ma anche il presupposto soggettivo (la colpa o il dolo)”;
  • il creditore insoddisfatto deve “provare che vi sia stata una condotta di mancato pagamento dei debiti sociali nonostante l’esistenza nel bilancio finale di liquidazione di una massa attiva che sarebbe stata sufficiente a soddisfare il credito di colui che agisce e che, invece, è stata distribuita ai soci.  Ed è necessario, parimenti, provare l’elemento costitutivo di natura soggettiva, ossia che la mancanza dell’attivo sia imputabile a condotta colposa o dolosa del liquidatore”.

Il Supremo Collegio ha ricordato che “la responsabilità illimitata del liquidatore nei confronti dei ‘creditori sociali non soddisfatti’, prevista nell’articolo 2495, comma 2, cod. civ. una volta che la società sia stata cancellata, prescinde dall’accertamento di un formale stato di insolvenza della società da parte del liquidatore” (Cass. Civ., 11304/2020).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...